Dove siamoMilano 02 23164046 - Novara 349 6091846 - Bergamo 035 290636
 
La chiropratica
   Storia
   Come funziona
   Come si diventa chiropratici
È utile per
   Per quali problemi
      - Mal di schiena
      - Colpo di frusta
      - Mal di testa
      - Cervicalgia
      - Altri problemi
      - Ricerca
   A chi serve
      - Per tutti
      - Sportivi
      - Anziani
      - Bambini
      - In gravidanza
La visita dal chiropratico
   La prima visita
   Tecniche specifiche
   Kinesiologia applicata
Dr. Andrea Clementoni

Personaggi famosi

Chiropratica nei media
FAQ

Link
Dove siamo
Contatti
Assicurazioni e Convenzioni
Credits
Scarica il coupon promozione


La visita dal chiropratico - La sublussazione

Torna alla prima visita

La sublussazione
Una spiegazione più dettagliata
Che succede in presenza di sublussazione vertebrale?
Il dottore in chiropratica non è semplicemente un dottore per la schiena
Fasi della sublussazione


La sublussazione


“Sublussazione vertebrale” è un termine frequentemente utilizzato nella scienza chiropratica. Suoi elementi essenziali sono:
 •   funzione anormale (movimento) nell’articolazione vertebrale;
 •   disfunzioni neurologiche e-o vascolari;
 •   a volte, ma non sempre, uno spostamento strutturale della vertebra.

E quali sono gli effetti?


Il sistema nervoso controlla e coordina tutte le funzioni del corpo. Se si interferisce sui segnali trasmessi dai nervi, alcune parti del corpo non riceveranno i messaggi nervosi corretti ed il corpo non sarà in grado di funzionare al 100% delle proprie capacità innate.
In altre parole, alcune parti del corpo non lavoreranno correttamente.
La funzione del dottore in chiropratica è individuare le sublussazioni e ridurle o correggerle.

La correzione avviene attraverso gli aggiustamenti chiropratici (IN INGLESE ‘chiropractic adjustements’), specifici per la correzione delle sublussazioni vertebrali della colonna.

I chiropratici sono gli unici specialisti che studiano per anni la correzione delle sublussazioni.

Torna in alto



Una spiegazione più dettagliata

Le sublussazioni sono in verità un complesso di cambiamenti che si verificano contemporaneamente e che riguardano sia la colonna vertebrale che il resto del corpo. Per questo i chiropratici spesso chiamano le sublussazioni vertebrali "Vertebral Subluxation Complex", o con l'abbreviazione "VSC".

Nel VSC, si verificano simultaneamente diversi fenomeni. Questi cambiamenti, detti "componenti", fanno tutti parte del complesso sublussativo. Generalmente i chiropratici distinguono varie categorie di componenti presenti nel VSC. Esse sono:
 •   La componente ossea, che riguarda le vertebre quando sono spostate, non si muovono
     correttamente o hanno subito alterazioni fisiche.
 •   La componente nervosa indica una disfunzione dei nervi. La ricerca ha dimostrato
     che anche una pressione lieve sui nervi spinali può influire profondamente sul
     funzionamento del sistema nervoso.
 •   La componente muscolare è un altro aspetto. I muscoli contribuiscono al mantenimento
     delle vertebre nella loro posizione naturale e sono a loro volta controllati dai nervi.
     Pertanto i muscoli sono sempre coinvolti in un VSC. In effetti, i muscoli influiscono
     sul VSC e ne sono a loro volta influenzati.
 •   La componente chimica è presente quando tutte le componenti del VSC agiscono
     simultaneamente sul corpo, determinando alterazioni di natura chimica.
     Possono essere alterazioni lievi o importanti secondo la parte del corpo interessata
     dalla sublussazione (anomalie biochimiche)

I chiropratici conoscono da oltre un secolo i potenziali problemi legati alle sublussazioni,
ma ai giorni nostri disponiamo di evidenze che dimostrano l'utilità della loro correzione.

Per essere davvero sani, il sistema nervoso deve poter funzionare senza alcuna interferenza causata dalle sublussazioni.

L’obiettivo della chiropratica è far tornare il tuo corpo più sano possibile correggendo le interferenze che le sublussazioni provocano.

I chiropratici sono gli unici professionisti preparati alla individuazione, localizzazione e correzione delle sublussazioni.

Torna in alto


Che succede in presenza di sublussazione vertebrale?

A volte apparentemente nulla, nessun sintomo (come le CARIE dei DENTI….)
Le sublussazioni Vertebrali Frequentemente Provocano:
 •   Mal di testa,
 •   Dolore alla schiena,
 •   Sciatica,
 •   Ernia del disco,
 •   Scoliosi,
 •   Dolore alle gambe, alle braccia, ed alle spalle,
 •   Sindrome di colpo di frusta,
 •   Formicolio,
 •   Problemi mestruali e gastrointestinali, ecc

L a sublussazione interferisce con la comunicazione tra il cervello ed il corpo e viceversa

Torna in alto


Il dottore in chiropratica non è semplicemente un ‘dottore per la schiena

Il Dottore in Chiropratica non tratta le malattie ed i sintomi, ma rimuove le sublussazioni vertebrali che sono spesso LA CAUSA della salute cagionevole

La Chiropratica è al 100% naturale ed olistica
Invece di utilizzare interventi di tipo farmacologico o chirurgico il Dottore in Chiropratica compie una correzione specifica manuale (adjustment) sulla spina dorsale.

La Chiropratica si basa sul principio fondamentale che l'organismo è guidato da un'intelligenza innata.


Il sistema nervoso, costituito dal cervello, dal midollo spinale e dai nervi è stato il primo insieme di tessuti a formarsi dopo il concepimento, con la funzione di controllare ed organizzare la nostra crescita.

Il sistema nervoso, infatti, controlla la funzione di ogni cellula, tessuto, organo e sistema del nostro organismo.

Il midollo spinale, che racchiude la nostra energia vitale, ha la funzione essenziale di portare i messaggi al resto del corpo; esso è vulnerabile ed è protetto dal cranio, dalle 24 vertebre della spina dorsale e dall'osso sacro.

La condizione essenziale per il mantenimento della salute nel corpo è che il midollo fluisca ininterrotto e senza ostacoli all'interno della colonna vertebrale.

Spostamenti delle vertebre, con conseguente cambiamento della loro mobilità, possono provocare compressione del midollo ed irritare o schiacciare i delicati nervi, interferendo con le funzioni dei tessuti che controllano.

Queste interferenze neurologiche sono chiamate sublussazioni vertebrali.

Esse possono essere causate da vari fattori: spesso, la prima causa di disturbi al sistema nervoso della colonna vertebrale è un trauma dovuto a cadute, incidenti d'auto (colpo di frusta)
o attività sportive.

Ma anche stress, diete sbilanciate, una vita troppo sedentaria con postura errata e altre diverse attività quotidiane possono causare la perdita della posizione fisiologica e del normale movimento delle vertebre che ricoprono il midollo spinale

Torna in alto


Le fasi della degenerazione della sublussazione vertebrale


Confrontate le radiografie

Cervicale

           
Condizioni ideali             Fase 1                  Fase 2                    Fase 3



Dorsale
           
Condizioni ideali             Fase 1                  Fase 2                    Fase 3



Lombare
           
Condizioni ideali             Fase 1                  Fase 2                    Fase 3




Condizioni normali
Le curve fisiologiche (lordosi) sono regolari e consentono alla colonna vertebrale una normale mobilità. I forami intervertebrali consentono la normale fuoriuscita delle radici nervose, senza interferenze. I contorni delle ossa sono privi di osteofiti e ben definiti. Gli spazi intervertebrali regolari sono indice di una corretta funzionalità vertebrale.

Fase 1
Le curve hanno perso i limiti fisiologici e questo, insieme ai disallineamenti delle vertebre, altera la normale mobilità della colonna. La forza dei muscoli e dei legamenti è ridotta. In questa fase, nonostante nervi e tessuti molli siano infiammati, è probabile che il paziente non accusi alcun dolore o altro sintomo.

Fase 2
Si possono notare accumuli di calcio che con il passare del tempo si sono formati. L'osteofitosi (‘sporgenze osse’) può causare la fusione di due o più vertebre. La superficie delle ossa è ruvida e irregolare. L'instabilità dell’articolazione può essere accompagnata da costante irritazione dei nervi e degenerazione dei dischi intervertebrali

Fase 3
Dopo anni di trascuratezza, si è verificata una completa fusione vertebrale che immobilizza le articolazioni. I forami intervertebrali, completamente ostruiti, causano infiammazione permanente dei nervi. I tessuti molli continuano a degenerare. Questa fase, peraltro irreversibile, è spesso associata ad altri problemi cronici.

NB: come per le carie dei denti spesso la degenerazione della colonna vertebrale prosegue in assenza di dolori o sintomi evidenti.


Torna in alto