Dove siamoMilano 02 23164046 - Novara 349 6091846 - Bergamo 035 299573
Clicca e scopri
la tua Colonna Vertebrale
   
La chiropratica
   Storia
   Come funziona
   Come si diventa chiropratici
È utile per
   Per quali problemi
      - Mal di schiena
      - Colpo di frusta
      - Mal di testa
      - Cervicalgia
      - Altri problemi
      - Ricerca
   A chi serve
      - Per tutti
      - Sportivi
      - Anziani
      - Bambini
      - In gravidanza
La visita dal chiropratico
   La prima visita
   Tecniche specifiche
   Kinesiologia applicata
Dr. Andrea Clementoni

Personaggi famosi

Chiropratica nei media
FAQ

Link
Dove siamo
Contatti
Assicurazioni e Convenzioni
Credits
Scarica il coupon promozione


Ricerca

Indicazioni terapeutiche e ricerca
Ricerca Regione Lombardia su Lombalgia e ernia del disco
Ricerca del British Medical Research Council
Manga Report (Ricerca condotta dal Ministero della Sanità Canadese)
Recenti dati sul trattamento di lombalgia e ernia del disco
Bibliografia
Disclaimer


Indicazioni terapeutiche e ricerca
A sostegno della chiropratica e a dimostrazione della sua sicurezza ed efficacia per il trattamento di lombalgie, cervicalgie, cefalee e altre sindromi da dolore acute e croniche esiste ormai una notevole documentazione scientifica:

Lombalgia
le linee guida ufficiali elaborate in base alle ricerche di commissioni multidisciplinari negli USA (Agency for Health Care Policy and Research, 1994) e in Gran Bretagna (Clinical Standards Advisory Group) raccomandano la chiropratica e sostengono il ricorso a tecniche manuali specifiche sulla colonna vertebrale, esercizio e rapido ritorno all’attività, come il trattamento più efficace e meno oneroso della maggior parte dei pazienti affetti da lombalgie.
Il riposo per più di qualche giorno, le terapie fisiche strumentali (TENS, ionoforesi, radar, etc.), l’assunzione di farmaci per cui sia richiesta prescrizione medica e le iniezioni di steroidi sono sconsigliate a causa della loro scarsa efficacia e/o degli effetti collaterali. Gli Studi finanziati dai Governi di Gran Bretagna, Danimarca, Canada, USA, Nuova Zelanda concludono che
la chiropratica è il più efficace e meno invasivo tra i trattamenti per la lombagia e ne raccomandano la prescrizione anche ai fini della riduzione della spesa farmaceutica e di ospedalizzazione.
Per il più ampio studio comparato sui trattamenti chiropratici e medici delle lombalgie, rimandiamo a Meade et al, Br Med J (1990); 300:1431-1437; e Br Med J (1995) 311:349-351.


Protrusioni e ernia del disco
le recenti ricerche mostrano che il trattamento con chiropratica, purchè effettuato da specialisti esperti, può ridurre o eliminare l’utilizzo di farmaci antinfiammatori, può allontanare o escludere il ricorso alla chirurgia, e in vari casi risolvere in modo più duraturo il quadro clinico iniziale.

Ricerca Regione Lombardia su lombalgia e ernia del disco
Uno degli studi più recenti sull’efficacia della chiropratica è stato condotto dal chiropratico Andrea Clementoni (in team con tre medici specialisti):

‘Valutazione di efficacia del trattamento con chiropratica in pazienti affetti da lombalgia cronica in presenza di ernia del disco previamente trattati con terapia farmacologica’

Lo studio, approvato da Regione Lombardia, è stato presentato alla Conferenza organizzata da Regione Lombardia e Organizzazione Mondiale della Sanità il 06-03-2010 e successivamente in Svizzera alla European Chiropractic Union Convention a Zurigo nel giugno 2011.

Sintesi dei risultati significativi rilevati sull’85% dei pazienti ottenuti attraverso trattamento con chiropratica (tecniche indolori proprie dell’insegnamento universitario in USA), senza uso di farmaci o metodiche invasive:

• netta riduzione/eliminazione del dolore soggettivo (Vas e altri parametri);
• rilevante miglioramento segni di irritazione e deficit periferico (Lasegue e altri parametri);
• netto miglioramento mobilità del rachide e capacità motoria;
• annullamento/riduzione del rischio di intervento chirurgico per ernia del disco;
• non riscontrati effetti indesiderati o collaterali. La sintesi dello studio è stata pubblicata nell’archivio on line dell’Istituto di Ricerca della Regione Lombardia.



Cervicalgia
analogamente, le linee guida basate sulle ricerche di un panel multidisciplinare e internazionale di esperti (Quebec Task Force on Whiplash, 1995) raccomandano per il trattamento di pazienti colpiti da “colpo di frusta”, chiropratica ed esercizi specifici.

Cefalea

La ricerca ha evidenziato che molte cefalee classificate come cefalea muscolotensiva o emicrania, in realtà derivano dalla struttura della colonna (e sono pertanto definite dall’International Headache Society “cefalee cervicogeniche”) e che il trattamento chiropratico di tali affezioni si dimostra appropriato ed efficace.

Altre tipiche problematiche neuro-muscolo-scheletriche trattate abitualmente dai chiropratici
 •  Sindrome del tunnel carpale,
 •  Dolori e formicolii a spalle, braccia e ginocchia
 •  Stanchezza cronica
 •  Epicondilite,
 •  Artrosi
 •  Traumi sportivi.

Più recenti studi su
Vertigini, ipertensione, dismenorrea, asma, ansia e depressione, enuresi notturna, coliche e otiti croniche infantili, disturbi dell’udito e vari problemi organici dimostrano ora che non è utile solo per problemi articolari.
(si veda per es. Commissione scientifica governativa sulla chiropratica della Nuova Zelanda, British Medical Journ cit., Rand Research Study, Manga Report 1993 e 1998 del Governo dell’Ontario, Canada)


Ricerca del British Medical Research Council


Nel 1980 il Governo inglese, avvalendosi del British Medical Research Council, diede inizio ad una ricerca decennale sul "mal di schiena," completata nel 1990 e pubblicata sul British Medical Journal. Il trattamento con chiropratica effettuato da laureati in chiropratica fu messo a confronto con il più classico trattamento medico standard su pazienti affetti da mal di schiena acuti (breve termine) e cronici (lungo termine).

Il mal di schiena da trauma è la causa principale delle assenze dal posto di lavoro. "I pazienti-lavoratori sottoposti alle cure del chiropratico che si assentavano dal lavoro a causa del mal di schiena erano il 21%; quelli sotto cure mediche il 35%. Nel periodo di tempo di un anno e due anni di cure, la frequenza e la durata delle assenze dal lavoro erano minori nei pazienti sottoposti al trattamento con chiropratica.

Solo i pazienti affetti da dolori cronici in cura dal chiropratico mostrarono un miglioramento significativo della sintomatologia dolorosa.

Questo miglioramento si mantenne nel periodo di tempo studiato, cioè due anni. Il risultato della ricerca portò nel Regno Unito alla richiesta di inclusione dei servizi chiropratici tra quelli del sistema sanitario nazionale britannico e alla legge sull'esercizio della chiropratica del 1994.

Torna in alto


Manga Report (Ricerca condotta dal Ministero della Sanità Canadese)

Il Ministero della Sanità Canadese ha pubblicato due ricerche effettuate dai Prof. Manga e Angus circa i benefici della chiropratica. Riportiamo in sintesi le conclusioni a cui sono giunti.

1 Si evidenzia, in particolare nelle ricerche cliniche scientificamente più valide, che le
   manipolazioni vertebrali effettuate dai laureati in chiropratica si sono dimostrate più
   efficaci di qualsiasi altro trattamento alternativo per i problemi di mal di schiena.

2  Non esistono ricerche cliniche o casistiche che dimostrano o solo implicano il fatto che
    le manipolazioni effettuate da laureati in chiropratica siano pericolose per il trattamento
    del mal di schiena.

3  Mentre è comunque importante continuare a portare ulteriori prove cliniche circa
    l'efficacia dei trattamenti chiropratici nella cura del mal di schiena, ciò che la letteratura
    in realtà ci rivela è che ci sarebbe molto più bisogno di prove scientifiche circa la validità
    dei trattamenti medici per questo tipo di problemi. Infatti, sulla base di test clinici
    effettuati, molte delle terapie mediche esistenti per il trattamento del mal di schiena
    sono generalmente controindicate.
    Recenti ricerche effettuate da Deyo, Carette, Nachemson et al. hanno rivelato che
    diversi approcci medici standard, per esempio riposo a letto prolungato, modalità
    terapeutiche tipo "tens" passive o altre forme di elettroterapia, iniezioni
    di corticosterioidi nelle faccette articolari e certi tipi di interventi chirurgici, sono
    inefficaci o comunque danno risultati nettamente inferiori rispetto a quelli ottenuti con
    trattamenti chiropratici.

4  Esistono prove più che evidenti che il mal di schiena curato con chiropratica di gran lunga
    meno costoso di altri trattamenti medici classici.

5  Ci sarebbero ulteriori riduzioni di costi se i trattamenti del mal di schiena fossero
    effettuati dai chiropratici anziché dai medici.

Altri studi e ricerche effettuati hanno tutti portato più o meno alla stessa conclusione:
Per mal di schiena, lombalgia, cervicalgie, dorsalgie, la chiropratica è più efficace di qualsiasi altra terapia.


Torna in alto


Bibliografia da WFC (scarica il PDF)
Bibliografia ulteriore (scarica il PDF)
Bibliografia ricerca Chiropratica e bambini (scarica il PDF)

Tra i pochi testi in Italiano


 •  La professione Chiropratica, Castello Editore, 2004, Ed Italiana di The Chiropractic
    Profession, di D. Chapman Smith, NCMIC, USA

 •  Chiropratica, un profilo professionale, COPIT (Comitato Parlamentari per l’innovazione
    tecnologica e lo sviluppo sostenibile ONLUS) e AIC, Roma.

 •  Seru Piete, Guida alla chiropratica, De Vecchi Editore



References


 •  Atti convegno: lombalgia e ernia del disco. Approccio multi-professionale: Chiropratica,
    riabilitazione e Chirurgica, Università La Sapienza, Roma, 30-09-2006.

 •  Atti della Conferenza: Chiropratica: profilo di una professione Europea, Roma 25-05-04,
    Camera dei Deputati, Comitato di Parlamentari per l’innovazione tecnologica e lo sviluppo
    sostenibile (COPIT), Associazione Italiana Chiropratici (AIC), tra i relatori
    Prof Del Barone, Presidente FNOMCEO.

 •  A. Terzaghi, Puntualizzazione su una professione sanitaria emergente, la Chiropratica,
    In Doctor, 01-12-2004, 30-37

 •  Chiropratica made in Italy in Corriere Medico, 02-12-2004.

 •  Federazione Medica, giugno 1994, supplemento al n 23 de Il Medico d’Italia

 •  In Italia migliaia di falsi chiropratici in Clickmedicina del 16-11-04

 •  Atti conferenze stampa su chiropratica, lombalgia e ernia del disco, 06-11-2006,
    circolo della STAMPA di MILANO

 •  Atti conferenza stampa sulla Chiropratica, MILANO, 06-10-2005, Circolo della
    STAMPA di MILANO

 •  Atti Conferenza ‘Chiropratica’, Milano 11-12-2004, Circolo della Stampa di Milano

 •  Intervista a Prof Del Barone, Presidente FNOMCEO su Chiropratica, RaiNews 24, RAI 3,
    26-05-04

 •  Del Barone: Ordine medici pronto ad accogliere chiropratici, Il Sole 24 Ore del 25-05-2004

 •  Ti hanno messo le mani addosso?, Salutest n.19 aprile 1999, supplemento di Altro
    Consumo n.115

 •  Chiropratica: utile, a patto che.…, Salutest n.14 giugno 1998, supplemento di Altro
    Consumo n.106

 •  Clementoni A, Gil A, Chiropratica Buona e Cattiva, in Tuttoscienze de La Stampa,
    22-11-02.


Torna in alto



Disclaimer (informazioni di trasparenza)

Le informazioni contenute nel sito sono state accuratamente selezionate ma restano
di carattere generale e hanno come destinatario principale il pubblico non specializzato.
Lo scopo è eminentemente informativo con riguardo alla professione chiropratica senza
la pretesa di voler essere esaurienti in materia. In nessun caso si è inteso dare informazioni o suggerimenti di competenza del medico allopatico, né si è inteso in alcun modo sostituire la consulenza professionale del medico con l’informazione presentata nel sito.
Per la diagnosi di malattie o patologie si rinvia al professionista di medicina generale o specialistica.


IL DR. CLEMENTONI SI QUALIFICA DA SEMPRE COME CHIROPRATICO LAUREATO IN CHIROPRATICA (DOCTOR OF CHIROPRACTIC RILASCIATO DA PALMER COLLEGE USA, WWW.PALMER.EDU) E NON INTENDE MAI ESSERE CONFUSO CON UN LAUREATO IN MEDICINA E CHIRURGIA
PER COMPLETEZZA SI TENGA PRESENTE CHE LA PROFESSIONE CHIROPRATICA E' ORA DISCIPLINATA PER LEGGE ANCHE IN ITALIA. L'ART 2, COMMA 355 DELLE DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO DELLO STATO (LEGGE FINANZIARIA 2008) APPROVATO IL 21-12-2007 STABILISCE:

È istituito presso il Ministero della salute, senza oneri per la finanza pubblica, un registro dei dottori in chiropratica. L'iscrizione al suddetto registro è consentita a coloro che sono in possesso di diploma di laurea magistrale in chiropratica o titolo equivalente. Il laureato in chiropratica ha il titolo di dottore in chiropratica ed esercita le sue mansioni liberamente come professionista sanitario di grado primario nel campo del diritto alla salute, ai sensi della normativa vigente. Il chiropratico può essere inserito o convenzionato nelle o con le strutture del Servizio sanitario nazionale nei modi e nelle forme previsti dall'ordinamento. Il regolamento di attuazione del presente comma è emanato, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, dal Ministro della salute.



Torna in alto