Dove siamoMilano 02 23164046 - Novara 349 6091846 - Bergamo 035 299573
 
La chiropratica
   Storia
   Come funziona
   Come si diventa chiropratici
È utile per
   Per quali problemi
      - Mal di schiena
      - Colpo di frusta
      - Mal di testa
      - Cervicalgia
      - Altri problemi
      - Ricerca
   A chi serve
      - Per tutti
      - Sportivi
      - Anziani
      - Bambini
      - In gravidanza
La visita dal chiropratico
   La prima visita
   Tecniche specifiche
   Kinesiologia applicata
Dr. Andrea Clementoni

Personaggi famosi

Chiropratica nei media
FAQ

Link
Dove siamo
Contatti
Assicurazioni e Convenzioni
Credits
Scarica il coupon promozione


A chi serve - Bambini

Segnali che indicano che la colonna vertebrale del bambino presenta un disequilibrio
Zainetti e rischi per la schiena



Fin dall’ infanzia si possono ricevere benefici dalla Chiropratica.




In Italia molte persone ignorano che problemi alla colonna vertebrale possono colpire anche soggetti molto giovani, ed essere la causa di numerosi malesseri infantili

Negli USA, dove operano oltre 70.000 dottori in chiropratica abilitati esistono corsi di chiropratica pediatrica e alcune cliniche sono specializzate in tal senso.

Del resto in USA e Canada è normale andare dal chiropratico come si va, anche in Italia, dall’odontoiatra per la cura dei denti su cui anni fa non esisteva la cultura della prevenzione che oggi si sta affermando.




Un controllo chiropratico durante l'infanzia può aiutare il bambino a evitare problemi che si potrebbero verificare nel corso degli anni.

Teniamo presente che, spesso, la prima causa di disturbi al sistema nervoso e alla colonna vertebrale è un trauma che può essersi verificato al momento della nascita.


la figura mostra le forze applicate sulla regione cervicale al momento della nascita

Secondo la Chiropratica Pediatrica, sarebbe importante effettuare un controllo alla colonna vertebrale del bambino durante il primo anno di vita, per assicurare una crescita sana e un organismo più resistente alle malattie.


                                   
                                   Il Dr. Clementoni con un giovane paziente in Bolivia


Quali sono i segnali che indicano che la colonna vertebrale del bambino presenta un disequilibrio?

 •  Una spalla più alta dell'altra.
 •  Posizione anomala della testa sulle spalle
 •  Scapole sporgenti.
 •  Cammina con un piede più ruotato all'intero o all'esterno.
 •  Tendenza a cadere di continuo.
 •  Nervosismo, iperattività.
 •  Difficoltà nel sonno
 •  Pianto eccessivo e inconsolabile
 •  Problemi intestinali (colite dei neonati).
 •  Infezioni (otiti) croniche alle orecchie.
 •  Asma infantile
 •  Problemi dentali.
                              
Una colonna vertebrale in disequilibrio, causando interferenze al sistema nervoso, è potenzialmente correlata ad alcuni disturbi, legati ad una minore resistenza alle infezioni causata da tali disfunzioni neuro-fisiologiche.
I trattamenti sui bambini si effettuano utilizzando tecniche dolci e indolori che hanno lo scopo di ripristinare il normale funzionamento della colonna vertebrale.
E’ del tutto ovvio che il chiropratico non si sostituisce al pediatra, anzi, anche in Italia comincia a diffondersi questa forma di collaborazione, cominciata grazie al fatto che alcuni medici hanno cominciato a inviare i loro bambini dal chiropratico per un controllo.

Torna in alto


Menzioniamo qui alcune tra le molte ricerche scientifiche recenti con riguardo al trattamento di bambini e adolescenti con chiropratica e in generale alla chiropratica pediatrica.
Scarica il file
(Scarica acrobat reader)


Torna in alto


Zainetti e rischi per la schiena

L’USO degli zainetti pesanti provoca alterazioni gravi della colonna vertebrale nei bambini
Secondo le indagini compiute in USA dall’American Chiropractic Association (ACA) i bambini comincano a soffrire il mal di schiena molto prima delle precedenti generazioni.
Una delle cause sarebbe l’utilizzo quotidiano di zainetti e cartelle eccessivamente pesanti.
Il problema si accresce se lo zainetto è portato abitualmente su una sola spalla.
E in effetti questo può portare non solo a precoce mal di schiena, cervicalgia e dolori alle spalle ma anche a posture croniche alterate in assenza di sintomi.
Secondo il Dr Scott Bautch dell’ACA un recente studio condotto in Italia ha rilevato che il 60% dei bambini che portano una cartella pesante ha riportato mal di schiena.
I risultati preliminari di studi condotti in Francia mostrano che più a lungo un bambino porta uno zainetto pesante maggiori sono i rischi di avere come conseguenza un’alterazione o deformazione della curva della colonna vertebrale.

                            

Il problema è molto serio per quelle scuole che non consentono ai bambini di lasciare i libri negli armadi predisposti allo scopo costringendoli a portare gli zainetti pieni sulle spalle ogni giorno.

Fonte: ‘Backpack misuse leads to chronic back pain’,
www.amerchiro.org/media/tips/backpacks.shtml



Che si può fare?

 •  Siate certi che lo zainetto di vostro figlio non pesi più del 5-10% del suo peso corporeo.
    Uno zaino più pesante lo costringerebbe a stare piegato in avanti.
 •  Lo zainetto dovrebbe stare almeno 10 cm sopra la linea della vita. Uno zainetto troppo
    basso aumenta lo stress sulle spalle.  
•  Uno zainetto con vari scomparti individuali consente di posizionare il contenuto in modo
    più efficiente.State certi che oggetti appuntiti o voluminosi siano lontani dall’area
    posizionata sulla schiena del vostro bambino.
 •  Grande non significa necessariamente migliore. Più spazio c’è nello zainetto più alta
    la probabilità che vostro figlio porterà un carico maggiore.
 •  Siate certi che vostro figlio porti lo zainetto su entrambe le spalle. Il peso su una spalla
    sola porta a spasmi muscolari nel collo, nelle spalle e a dolori lombari.
 •  I supporti per le spalle devono essere ampi e imbottiti per non affondare nelle spalle
    del bambino. Devono anche essere regolabili in modo preciso per adattarsi all’altezza
    di vostro figlio.
 •  Se lo zainetto è troppo pesante per vostro figlio parlatene agli insegnanti e chiedete loro
    se vostro figlio può lasciare a scuola i libri più pesanti.


Torna in alto